Altea di Vallenberg

 

 

Altea di Vallenberg
Altea di Vallenberg

 

 

Nel fumetto di Diabolik, Altea è la vedova del Duca di Vallenberg, cugino del Re del Beglait, ed è dal 1964 l'inseparabile compagna dell'ispettore Ginko. Appare per la prima volta nell'albo “Il grande ricatto” quando il suo castello viene scelto come luogo di incontro tra Diabolik (che sta ricattando lo stato del Beglait) e i governanti incaricati di recuperare i gioielli della corona.

Ginko riesce a convincere la duchessa di Vallenberg ad aiutarlo nella sua lotta contro il Re del Terrore, e sarà proprio lei a salvarlo da annegamento certo, dopo l'ennesimo scontro con il suo avversario.

Prima della fine di quell'episodio entrambi rivelano di essere innamorati l'una dell'altro, ma la differenza di rango tra i due impedisce loro di mostrare in pubblico i propri sentimenti, e per un po’ di tempo terranno segreta la relazione.

Piano piano Altea, oltre a continuare ad essere la compagnia di Ginko, prende quel posto di confidente dell'ispettore che era stato in passato di Gustavo Garian, e spesso appare nelle storie solamente per ascoltare Ginko nelle spiegazioni di rito a fine albo o quando il suo innamorato è ferito o coinvolto in problemi personali.

La vita di Altea viene svelata nel Grande Diabolik della primavera 2007, I misteri di Vallenberg. Altea Von Waller era la figlia di un ammiraglio del Beglait. Divenne infermiera volontaria quando i terroristi Corvi Grigi cominciarono a copiere un attentato dopo l'altro. In una di quelle circostanze conobbe il suo futuro marito, Federico, nipote del re e cugino del principe Danilo. Fu amore a prima vista. Pochi mesi dopo il loro matrimonio il Duca morì annegato durante la pesca subacquea.

Dopo molti anni, quando il governo del Beglait è sull'orlo della guerra civile a causa dei Corvi Grigi, Altea rischia di essere uccisa durante un attentato. Tornata in patria insieme a Ginko scopre che Federico non è mai morto, ma aveva creato una messa in scena per combattere l'organizzazione terroristica nell'ombra. In realtà è lui stesso il capo dei terroristi. Un intervento di Diabolik fermerà il piano del Duca, col quale aveva un conto aperto da molti anni.

Purtroppo non si sa quanto sia vera quello che ci è raccontato nell'albo, in quanto sono presenti alcune inesattezze.

In tutti questi anni, la relazione tra Ginko e Altea si è consolidata attraverso tanti momenti difficili e tante avventure in cui era in gioco la vita di uno o di entrambi.

 

Fonte: Wikipedia